Capricci cremonesi

Alle musiche di Tarquinio Merula – compositore cremonese barocco semi-sconosciuto ma in via di riscoperta per il suo assoluto valore artistico – sono ispirati i brani composti da Fabio Turchetti ed eseguiti insieme a questo sestetto.

“Cercando le mie radici sono andato agli inizi della musica scritta e stampata, agli albori del sistema tonale… e così la forma del jazz ha incontrato la polifonia barocca in una melodia dal sapore popolare.”

Tarquinio Merula is a composer of baroque music who lived in Cremona during the same period as Claudio Monteverdi. The sextet plays an instrumental suite based on Merulas’s themes written and arranged by Fabio Turchetti.

“… Seeking for my roots I went back to the beginning of written and published music, to the origins of the tonal system… and by doing so jazz met baroque’s polyphony wich combined results in a melody with a taste of folk.”

Fabio Turchetti – harmonium, chitarra
Luca Congedo – flauto dolce, traverso e traversiere
Yonatan Gluck – violino e nikelarpa
Aldo Pini – chitarra
Enzo Frassi – contrabbasso
Alberto Venturini – percussioni
Viviana e Doris – tamburello e tamorra in “la festa del toro”

1 la pellegrina – incipit (Merula) 0′ 26”
2 capriccio in la (Turchetti) 3′ 28”
3 terre basse (Turchetti) 3′ 22”
4 capriccio in la ripresa (Turchetti) 1′ 06”
5 La monteverde – incipit (Merula) 3′ 22”
6 la festa del toro (Turchetti) 2′ 27”
7 la scarizia - incipit (Merula) 0′ 39”
8  ballata per f . (Turchetti) 3′ 10”
9 la caleppa - incipit (Merula) 0′ 29”
10 jerusalem (Turchetti) 2′ 45”
11 pelekas (Turchetti) 2′ 44”
12 l’ariberta – incipit (Merula) 0′ 27”
13 capriccio in do (Turchetti) 2′ 27”
14 capriccio in do 2a parte (Turchetti) 1′ 39”
15 la Canossa – incipit (Merula) 0′ 28”
16 il grande fiume (Turchetti) 3′ 50”
17 epiro (Turchetti) 1′ 53”
18 la benaglia – incipit (Merula) 0′ 23”
19 tango farrapo (Turchetti) 3′ 10”
20 l’appiana (Merula) 0′ 24”
21 gaucho nel cuore (Turchetti) 3′ 42′’

Registrato allo studio Città della musica e allo Studio Matatigre nel maggio 2005
mixato e masterizzato da Cristian Merli alla Città della musica

 

Capricci cremonesi – Teatro Filo – Cremona, 4 aprile 2006