Bio-note

Fabio Turchetti - foto Tito Magri 2006

“ Fabio is an interesting and experienced musician and he is always going to inspire some excellent musical moments “

Michael Hingston-  FRroots (UK)

Fabio Turchetti is an artist who expresses himself mainly through the use of the bellows (accordion and bandoneòn) and of the voice. He has played worldwide alone or with his  groups. Starting from his folk and jazz roots he has built its own sound language and he likes to reinvent his expressive syntax at every new musical meeting exploring the possibilities of his instruments.

Since 2005 he is the accordionist of the world music ensemble Khaossia , a group of which is also the arranger and composer, and with whom he often played in the United States (New York, Philadelphia, San Diego), in Europe (Paris, Guggisberg, Zurich, Prague, etc.) and in Italy (Notte della taranta., Appennino folk festival, etc.) www.khaossia.it

From 2013 he began to hold often performances alone: Manila (Philippine international jazz festival, 2013), New York (Brooklyn accordion club, 2014),  London (Guilford Accordion club, 2014), Philadelphia (Liberty bellows accordion club 2014), Prague (Unijazz-Citarna 2015) Madrid (jazz festival 2015) Paris (Petit theatre du bonheur 2015) Berlin (Hermann Schulz 2015) Amsterdam (Cafe de pianist 2016) Istanbul (Gitar cafe 2016) Buenos Aires (museo Anconetani 2016)

He also leads workshops about his music:: Manila (University of Asia and the Pacific 2009) , Thessaloniki (Aristotelis University- Greece 2013), Manila again (St Thomas University 2013), and with the  Khaossia: New York (La Guardia high school 2010) Newark (Seton Hall University  2013 ) San Diego (Adam Hall 2013), Philadelphia   St Joseph University  2013) Prague (Rybanaruby  music club 2015)

From 2014 he is the accordionist of the New York based trio “Terra Sangue Mare”.with Michela Musolino and Michael Delia. Their first cd was listed by Pop Matters into the 12 best word music album of 2016.

more about his bandoneon & accordion music and  concerts:

turcoz59.wixsite.com/turchetti-bandoneon

turcoz59.wixsite.com/turchetti-accordion

Fabio Turchetti è un musicista di Cremona. E’ un artista eclettico: suona il bandoneon e la fisarmonica, scrive e canta ma è anche un autore e un compositore polistrumentista. In bilico tra canzone, jazz e folk, la sua poetica lo ha portato ad esibirsi sui palchi di tutto il mondo. Riconosciuto come un musicista che sa offrire emozioni anche in solitudine sul palco ha sviluppato la parte più importante della sua carriera all’estero, principalmente negli Stati Uniti e in Inghilterra. Ha pubblicato una trentina di cd molti dei quali a nome suo firmando quasi sempre le musiche. Sono tutti scaricabili da Itunes o dalle principali piattaforme digitali.

Dopo la laurea in musicologia al Dams di Bologna nel 1986 e un diploma al conservatorio di Firenze nel 1991 ha cominciato a suonare in giro negli anni ’90 come cantautore prodotto da varie etichette tra cui la Sony.

Nel 2005 si è preso una pausa e ha fondato un etichetta discografica di world music -il CPC- per sviluppare i propri progetti strumentali. Ha iniziato così un nuovo percorso musicale come arrangiatore e organettista con i salentini “Khaossia” con cui ha partecipato a vari tour all’estero. Nel 2014 un concerto da solo al Brooklyn accordion club ha creato i presupposti per un inedita collaborazione newyorkese: i “Terra sangue mare” della cantante italoamericana Michela Musolino. A questo incontro apparentemente casuale sono seguiti più di 50 concerti insieme negli USA e altrettanti in Europa.

L’omonimo cd registrato nel 2015 a Praga è stato inserito dalla prestigiosa rivista americana Popmatters tra i primi 12 migliori album di world music del 2016. Già nel 2010 aveva ricevuto con il suo cd “Forma e figura” una nomination agli Orpheus awards italiani per la miglior produzione discografica di fisarmonica nella sezione world music.

Nel frattempo ha cominciato ad esibirsi sempre più spesso in solitudine al bandoneon in festival o in club europei o americani: il suo primo concerto in solo risale al festival jazz delle Filippine a Manila nel 2009 ma è solo dal 2014 che è diventato una pratica costante.

Sempre ben recensito in Italia e all’estero nel 2017 ha pubblicato così il suo primo cd per solo bandoneon: “1959 vascelli”, un lavoro di 24 brani originali che ha avuto modo di rodare a lungo come artist in residence per circa due anni in una delle più belle venue musicali di Londra, il Jamboree di Limehouse.

Fabio è anche autore di musiche per il teatro: tra le altre “Mio angelo di cenere” su testi di Mariella Mehr, prodotto dal Festival di Chiasso nel 2008 e trasmesso in diretta alla Radio Svizzera. “Eos” un progetto multimediale dei Khaossia presentato al Festival del cinema italiano di San Diego nel 2013. “Magellano” sempre dei Khaossia presentato in un tour europeo nel 2016.“Sei pupi a Gerusalemme” una “folk operetta” prodotta a New York nel 2015 e  presentata in varie Università americane.

Nel 2015 ha  fondato insieme all’attrice Daniela Coelli “Officina poetica” un laboratorio di teatro canzone con cui ha realizzato sinora sei spettacoli che hanno per filo conduttore il tema della diversità, dal Minotauro di Durrenmatt al bestiario di Borges. Come scrittore ha pubblicato tre libri:: “Note al margine” Effige, Mi 2012,  “Nella foresta” Apostrofo, Cr 2014, ”L’avventura del CPC” Adafa, Cr 2015.

Lunghissima la lista di quelli che hanno suonato la sua musica (uno su tutti Luca Flores).Tanti i luoghi belli dove si è esibito tra cui:

il teatro dell opera di Manila per il Philippine jazz festival ( 2013), Bryant park a New York per “accordionist from the world” (2015),l’Art museum di Philadelphia (2010), il museo della fisarmonica Anconetani di Buenos Aires (2016), Il museo MART per il festival Mozart di Rovereto la sinagoga di Boskowice (CZ) per il Jewish quarter festival (2016), il Rincon del arte nuevo per il Madrid jazz festival (2015), il Multicultural Center di Santa Barbara (CA) (2017) il Guilford Accordion club di Londra (2014), il Liberty bellows accordion club di Philadelphia (2014) il Brooklyn accordion club di New York (2014)  l’ istituto italiano di cultura di San Francisco (2017) l’ istituto italiano di cultura di Cluj Napoca (RO) (2017), il Performing art center dell’ università di Staten Island (NY) ( 2014),il Performing art center del RIT di Rochester (NY) (2017),l’Alternativa festival di Praga (2014), il festival del cinema italiano di San Diego (2013), l’Acme accordion festival di Whippany (NY) (2015), il teatro comunale di Ioannina (GR) (2016), il teatro Fraschini di Pavia (2007), il festival della letteratura di Chiasso (2007), il Jalopy theater di Brooklin (NY) (2015), l ‘auditorium della scuola italiana di Madrid (2016), l auditorium della scuola italiana di New York (2012), l’auditorium del St Mary college di Moraga (Oakland CA) ( 2017), l’auditorium della Syracuse University (NY) ( 2016), l’auditorium della Saint Joseph University di Philadelphia (2013), l’auditorium della Darmouth University di Boston (2018), l’università Aristotelis di Salonicco (GR) ( 2013), l ‘università UCLA di Los Angeles (2017), la Nazareth University (NY) (2016), la Seton Hall University (NJ) (2013), la Wynn Common University di Philadelphia (2010) l’University of Asia and the Pacific di Manila (2009), la S.Thomas University di Manila (2013), il St. Scholastica college di Manila (2009) , La Notte della Taranta ( 2005), Il teatro Sterner Keller di Zurigo (2006), La Festa della musica di Lubiana (2003), Il Muntagnin’jazz Festival (AQ) (2009) , L’ Open air Festival di Guggisberg (CH) (2008), il Petit Theatre de bonheur di Parigi (2015) Il cafe de pianist di Amsterdam (2016), il Metropolis di Berlino (2015) il Gitar cafè di Istanbul (2016) il Piec’art jazz club di Cracovia (PL) (2018), il museo Garibaldi-Meucci di Staten Island (USA) (2018) , la St Raphael church di Monterey (USA) (2018)